Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
05 Aprile 2022 10:30 Esporta in Calendario

Sala dei Giganti

Palazzo Liviano
Padova, Pd 35139 Italia

Esporta la mappa

Programma

Aprile 5 @ 10:30 - 12:00

L’evento Scienze e tecnica nell’epoca degli imperisi inserisce all’interno del ciclo di incontri Dall’Oltremare al Sud Globale. L’Università di Padova dalla colonizzazione all’azione globale per lo sviluppo, coordinato da Elena Calandri, docente di Storia delle relazioni internazionali nel Dipartimento di Scienze politiche, giuridiche e studi internazionali e con la collaborazione di Spgi, Sezione Geografica del Dissgea, Centro per la storia dell’Università in occasione delle celebrazioni per l’ottocentenario dell’Ateneo.

Con la svolta impressa dall’Impero, nel periodo fascista l’Università di Padova assume un ruolo importante nell’azione italiana oltremare. Lo testimoniano fonti documentarie numerose e diversificate: dalle foto delle campagne archeologiche di Carlo Anti in Nord Africa alle memorie dei docenti come il fisico Bruno Rossi che fa ad Asmara rilevazioni utili allo studio dei raggi cosmici, ai papiri degli studenti laureati in Cultura coloniale, ritratti come funzionari del ministero degli Esteri in Africa. Tali aspetti saranno contestualizzati nell’ambito della dottrina del regime fascista, che propugnava una suddivisione delle razze in chiave imperialista e immaginava uno sfruttamento di territori e forza lavoro attraverso la costruzione di infrastrutture, gli studi agricoli, l’elaborazione di dottrina giuridica.

Intervengono Paola Zanovello, docente di Archeologia classica, Dipartimento dei Beni culturali: archeologia, storia dell’arte, del cinema e della musica, Giulia Simone, docente di Storia contemporanea, Dipartimento di Scienze politiche, giuridiche e studi internazionali, Nicola Carrara, conservatore del Museo di Antropologia, Maria Giovanna Fedre, dottoressa magistrale in Storia dell’arte.

Dall’Oltremare al Sud Globale. L’Università di Padova dalla colonizzazione all’azione globale per lo sviluppo è un ciclo di eventi, della durata di circa un’ora e mezza ciascuno, che si svolgono in presenza, all’interno degli spazi museali dell’Università, e online. Gli incontri raccontano, attraverso video, immagini e testimonianze, come l’Università, ma anche studiose e studiosi, studentesse e studenti abbiano contribuito a plasmare la percezione reciproca fra l’Italia e le istituzioni e i popoli delle regioni dell’Asia, dell’Africa, dell’America latina e dell’Oceania. Dall’Illuminismo alla colonizzazione, dagli imperi alla decolonizzazione e alla trasformazione dei rapporti Nord-Sud fino all’interdipendenza globale di oggi, il ciclo di conferenze illustra come le discipline scientifiche e umanistiche e le istituzioni universitarie siano stati potenti strumenti politici, specchi, ma anche luoghi di elaborazione del pensiero e dei canoni culturali del proprio tempo. Lungi dall’essere neutrali, esse sono state attrici della costruzione, ricca di luci quanto di ombre, dell’umanità globale.

L’evento si svolge in presenza su prenotazione, e viene trasmesso anche online. Per accedere all’evento è necessario presentare il green pass rafforzato ed indossare la mascherina ffp2.

Al termine della conferenza sono previste visite guidate gratuite al Museo di Scienze Archeologiche e dell’Arte riservate a chi partecipa all’evento, a cura di Alessandra Menegazzi, conservatrice del museo. I turni della visite hanno inizio ai seguenti orari: 12.15 – 13 – 13.15 – 15 – 15.15. Nella conferma della prenotazione all’evento gli iscritti riceveranno un ulteriore link per prenotarsi alle visite guidate.

Locandina

Categorie