Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
14 Ottobre 2022 17:00 Esporta in Calendario

Aula Magna di Palazzo del Bo

Via VIII febbraio, 2
Padova, Pd 35122 Italia

Esporta la mappa

Programma

Ottobre 14 @ 17:00 - 19:00

Nell’ambito delle celebrazioni per gli 800 anni dell’Università di Padova, l’Aula Magna di Palazzo Bo ospita la Padua Freedom Lecture Sull’assenza di libertà: vivere e scrivere sotto un imperatore romano (On the absence of liberty: living and writing under a Roman emperor) di Mary Beard.

Nella sua lecture, Beard capovolge il tema della libertà, discutendo della sua assenza. Il suo discorso si concentra sul ruolo degli antichi imperatori romani, del potere nelle mani di una sola persona, dell’autocrazia, di tirannia e monarchia. Secondo la classicista inglese, gli scrittori romani hanno riflettuto e teorizzato l’assenza di libertà in maniera molto più acuta di quanto noi siamo soliti credere. Nel corso di questa conversazione, Beard ci porta quindi fra le storie di “pazzi” imperatori, di cene lussuose, cibo finto, piscine e giochi mortali, portando però anche alla luce temi più ampi e profondi.

Dopo i saluti istituzionali a cura di Monica Salvadori, prorettrice con delega al Patrimonio artistico, storico e culturale dell’Università di Padova, e l’intervento introduttivo di  Gianluigi Baldo, docente del Dipartimento di Scienze storiche, geografiche e dell’antichità, la scrittrice inglese dialoga con Margherita Losacco e Annalisa Oboe, docenti dell’Ateneo.

Definita come la «la più famosa classicista della Gran Bretagna» (The Guardian, 2008), Mary Beard è docente di studi classici al Newnham College di Cambridge e alla Royal Academy of Arts ed editrice editrice della rivista The Times Literary Supplement.

L’incontro sarà tradotto simultaneamente in italiano e inglese ed è presente l’interprete LIS per parlanti italiani.

I posti disponibili in Aula sono esauriti, ma è possibile seguire l’incontro in diretta streaming sul canale Youtube dell’Ateneo.

mary berad

Main sponsor

Eurointerim

Con il contributo di

Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo Camera di Commercio Padova